Guadagnare soldi con video di videogiochi

Forse sei già iscritto a dei canali video su Youtube per non perdere un video del tuo videografo preferito. In ogni caso i videogiochi non sono fermi, infatti sempre più persone guardano test o analisi di giochi direttamente su Youtube.
Se St3pNy ha conosciuto il successo grazie ai videogiochi su questa piattaforma, come molti altri fa streaming anche su Twitch perché è più redditizia.

Il modello economico del video

Quando si parla di video su Internet si immagina sempre di connettersi a Youtube. È normale, dopo Google, Youtube è il sito dove si fanno più ricerche al mondo. Il modello di business di Youtube è semplice:
  • Più il canale è visto, più ci sono possibilità che la pubblicità su Youtube sia redditizia,
  • Youtube distribuisce una parte di questi guadagni pubblicitari.
Ma soltanto con questo modello, anche i più grandi video caster non riescono a viverci. Bisogna riuscire a fare arrivare il visitatore sul proprio sito web (o blog) per monetizzare con i prodotti derivati ad esempio, o negoziare dei contenuti sponsorizzati.

Bisogna quindi utilizzare il video per formare una comunità di fan, creare link ad altri video caster (i featuring) e portare questa comunità su Twitch e monetizzare anche con i contenuti sponsorizzati.

Idee di video

Esistono principalmente due strade.
Quella che sembra essere la più semplice, ma anche la più competitiva, è Let's play. Si tratta di filmarsi mentre si gioca a un gioco che si sta scoprendo o che si masterizza. Bisogna che tu imponga il tuo stile e preferire le piattaforme di streaming più redditizie e specializzate nei videogiochi. Ma la concorrenza è spietata.

L’altra strada è quella di creare un contenuto organizzato e più ‘intelligente’. Il videogioco serve quindi da supporto a un discorso più elaborato, a una storia unica o alla divulgazione, ad esempio. Il successo arriverà se proporrai qualcosa di unico e interessante. Il grande problema di questa soluzione è che sarà molto più difficile pubblicare regolarmente dei video e quindi di ottenere una remunerazione adeguata a quest’attività.

Conclusione

Senza essere un professionista di montaggi video e con un’attrezzatura sommaria si possono produrre video velocemente e attirare il pubblico. Sebbene la concorrenza sia sempre più grande, non c’è bisogno di avere un milione di iscritti per guadagnare un po’ di soldi se si sa di avere una personalità distinta.
Questa pratica richiede tuttavia un po’ di lavoro per produrre qualcosa di ben fatto ma può essere un vero trampolino per guadagnare soldi con la propria passione per i videogiochi.

Hai altre idee o commenti?

Condividi questa pagina con i tuoi amici:

Contatto: blog(@)aia-novara.it

Facebook Twitter