Si possono realmente guadagnare soldi veri con il farming?

Esporremo questo articolo in diversi capitoli perché anche se l’idea è simile, le tecniche non sono identiche.

Il farming di oggetti e oro (soldi ingame)

Puoi passare delle ore a fare farming sui migliori posti trovati su alcune guide ma ci sarà sempre il problema della rivendita er recuperare il denaro vero. A meno che non metti su una società di farming cinese, come su WOW ad esempio, non otterrai praticamente niente dalla quasi totalità dei giochi online. Un metodo consiste nel vendere un account giocatore ben dotato, ma è illegale (e accertati di verificare se l’email è collegata, altrimenti dovrai cedere anche l’email).
Il farming cinese non è una leggenda, è un mezzo per centinaia di migliaia di esseri umani di guadagnarsi da vivere, ecco una storia tra tante altre a questo proposito: tieni conto che questo metodo, così come il leveling, sono generalmente vietati.

È inutile a meno che ...

Agli esordi dei videogiochi, Blizzard ha scosso le cronache con Diablo 3 e la sua Casa d’Aste dove si poteva acquistare e vendere con soldi reali. Questa innovazione è una risposta all’economia parallela che si era creata nel capitolo precedente – ma può essere anche un mezzo per Blizzard di mettere mano su una commissione non trascurabile.
È da notare che questo principio esisteva già in Second Life e ancora prima in Project Entropia (Source) che permetteva di vendere degli oggetti di gioco per soldi reali.

Anche se effettivamente è possibile guadagnare soldi con il farming, ci vuole tempo ed è poco redditizio. Infatti, l’economia di Diablo3 rimane in inflazione perpetua.
Dei nuovi farmer occasionali e professonisti si aggiungono ogni giorno a quelli già esistenti. Un mio conoscente arrivava a fare 150€ al mese con il farming dopo il lavoro in modalità equip full % di gold find. Poi le patch hanno modificato il rendimento delle sue zone di farming, l’inflazione si è aggiunta e per lui è finita.
E poi, tanto tempo per così poco ... Guarda questo post sul forum JudgeHype (Archivio), leggi le ultime discussioni, questo funzionava tranquillamente a marzo ma da giugno dello stesso anno si trasformava in tempo perso.

Pertanto, un’altra soluzione si prospetta se si considera il gioco come un ecosistema chiuso in perpetua evoluzione.

Diventare trader nella Casa delle Aste

Ho personalmente testato il metodo senza avere conoscenze particolari. Ho smesso dopo qualche tempo perché era davvero difficile seguire il mercato: conoscere i concorrenti, il prezzo che le persone possono fare, identificare ciò che manca, creare delle rarità ...

Con Wow non ho sicuramente guadagnato dei soldi veri ma ho potuto vedere che era possibile. È ancora un lavoro a sé stante non collegato al gioco stesso che molti MMORPG permettono di fare.
Alcune persone dicono di vivere di Diablo3 ma non svelano come. Qui, un giocatore si vantava di aver fatto 10.000$. Qua si ammette di aver usato i bot per guadagnare 0.80$ per ora per bot... Quello che è certo è che non ci si improvvisa trader su un mercato come questo, anche se virtuale. Bisogna sviluppare delle competenze reali e contrariamente al mondo reale, l’inflazione è galoppante e le modifiche delle regole o l’arrivo di una nuova patch aumentano enormemente i rischi di perdita.
E poi diventare trader su un gioco va bene, ma non servirà a niente tra qualche anno quando i giocatori saranno su un altro gioco. Le conoscenze acquisite non saranno trasferibili perché il contesto è specifico.

Ma allora che cosa si può fare d’altro?

Ho guardato sui forum più famosi, per i giocatori occidentali, il guadagno è troppo piccolo rispetto agli anni passati.
Condividi le tue esperienze, sarà interessante per tutti.

Cosa ne pensi di questo metodo?

Condividi questa pagina con i tuoi amici:

Contatto: blog(@)aia-novara.it

Facebook Twitter