Come diventare un tester di videogiochi? È una buona idea?

Il termine beta tester include spesso delle attività ben distinte.
Ecco quello che bisogna sapere.

Partecipare alla versione beta di un gioco

Non andremo a dilungarci su questo argomento perché non permette di guadagnare soldi o molto pochi e in rare occasioni.
Le persone invitate a partecipare alle versioni beta dei giochi arrivano alla fine del processo di produzione del gioco. Queste versioni beta sono spesso aperte ai primi iscritti e servono a fare il debug sugli ultimi dettagli o a testare la tenuta dei server quando migliaia di giocatori si connettono. In questa fase, le performance tecniche sono generalmente esaminate di più rispetto al gioco stesso. È un’esperienza interessante che viene offerta al giocatore, spesso fan dell’editore.
Per trovare questo genere di opportunità, registrati alla newsletter dei tuoi editori preferiti.

Questo tipo di test è anche un mezzo eccellente di fidelizzazione e di pubblicità per l’editore. È difficilmente redditizio e le tue osservazioni saranno raramente prese in considerazione singolarmente.

Diventare beta tester (Playtest)

Giocando dal suo divano?Questa attività specifica è remuneratrice e costituisce un vero e proprio lavoro.
Si tratta di giocare a un gioco per un periodo concordato molto spesso presso la sede di un editore di video giochi. I test si svolgono principalmente lì e sono remunerati sia in denaro sia in regali (giochi dell’editore).
Il test si svolge su alcuni giorni e dovrai rispondere alle domande degli sviluppatori che analizzeranno le tue partite. È un’esperienza interessante che bisogna prendere seriamente ma che non costituisce un reddito fisso.

Come trovare un centro di test?

Il metodo più sicuro ma anche più fastidioso è quello di andare sul sito di un editore conosciuto e di domandare al servizio assistenza o di iscriversi per partecipare a un test. Ad esempio, ecco il link a Ubisoft.
Un metodo più semplice è quello di andare alle fiere di videogiochi e di chiedere negli stand. Non ignorare gli sviluppatori di giochi per cellulari, quest’attività è in piena crescita e molto interessante.

Il mestiere di QA tester

Ecco il lavoro che pensi che sia quello dei tuoi sogni. È quello di tester di videogiochi all’interno di un team di sviluppatori.
Quest’attività non è occasionale, è una professione. Occupa molto tempo e non è necessariamente ben retribuita. Il livello di studi necessario è minimo (come il compenso) e bisogna essere soprattutto pazienti e pignoli.

Questo tipo di lavoro è sempre più criticato. Questo perché sarai ad un livello basso della scala sociale del settore dei videogiochi. Non parteciperai allo sviluppo del gioco, ripeterai continuamente delle partite con giochi che non sceglierai e compilerai dei moduli tecnici di rapporto dei bug.
QA significa Quality Assurance (Controllo Qualità). In generale i QA non sono dei veri e propri dipendenti ma dei "collaboratori" o apprendisti. Questi lavoratori di serie B sono tenuti al segreto professionale e generalmente non godono di tutela sindacale.
Non pensare che questo articolo sia stato scritto per demoralizzarti ma è solo per riportarti alla realtà.
Leggi questo eccellente articolo in inglese che è una testimonianza di un QA tester.

Il lato positivo di diventare QA tester è che ti permette di muovere i primi passi nel settore dei videogiochi, se ti interessa lavorarci.

Scrivere sui test dei videogiochi

In generale tutto comincia con delle recensioni di test su forum o blog. Più test si fanno e più si acquisisce esperienza. Bisogna essere appassionati e avere voglia di trasmettere la propria passione. Bisogna tener duro perché la concorrenza è spietata.
La prima fase consiste nell’essere un freelance, cioè uno scrittore indipendente e sottoporre i tuoi test alle riviste. Se il tuo lavoro è interessante (tieni conto della specificità – la valutazione ad esempio – della rivista alla quale proponi il tuo testo), verrà pubblicato e remunerato. Forse potrai diventare un collaboratore continuativo.

Per maggiori dettagli, puoi consultare il nostro articolo su vivere dei propri articoli su videogiochi.

Gli indirizzi per trovare un lavoro nel settore dei videogiochi

Voler diventare un Beta tester, un QA Engineer o un redattore freelance è il primo passo verso le professioni legate ai videogiochi. Quello dei videogiochi è un settore a sé stante, che richiede forse una maggiore creatività rispetto ad altri ma che coinvolge una vasta gamma di attività molto diverse tra loro.

Ecco, ora sai quasi tutto, se vuoi saperne di più, se hai una visione diversa o pensi che sia stata dimenticata un’attività di questo settore, non esitare a lasciare un commento.

Cosa ne pensi di questo metodo?

Condividi questa pagina con i tuoi amici:

Contatto: blog(@)aia-novara.it

Facebook Twitter